FOCE MURI NEGOZIO VENDITA

FOCE MURI NEGOZIO VENDITA

FOCE VIA RIMASSA MURI NEGOZI A REDDITO, OTTIMO INVESTIMENTO. Il negozio si articola su due piani: al piano strada mq. 40 (1 luce), al piano sovrastante altri 45 mq.  Dotato di canna fumaria. Attualmente locato con contratto commerciale (6 anni +6) inizio contratto 7/10/2016, canone mensile 1.200 Euro oltre a spese di amministrazione. 

€ 195.000

Caratteristiche immobile

85
NC
Occupato
Terra
Ottimo
Civile
1
Cucinino
ALCUNE CURIOSITA´ SUL QUARTIERE: Foce (Fôxe in dialetto genovese) è un quartiere storico di Genova che si affaccia sul mare a levante del porto, estendendosi nella piana del Bisagno tra le pendici occidentali della collina di Albaro e la riva sinistra del torrente, interamente coperto nel tratto che attraversa il quartiere.L’ex circoscrizione della Foce fa parte, insieme ai quartieri di Albaro e San Martino, del Municipio VIII Medio Levante e comprende le unità urbanistiche "Foce" e "Brignole", che insieme hanno una popolazione di 15.711 abitanti, di cui 5353 nel quartiere della Foce e 10.358 nell´area di Brignole (dato aggiornato al 31 dicembre 2010).Piccolo comune autonomo fino al 1873 (quando insieme ad altri cinque comuni della bassa Val Bisagno fu inglobato nel comune di Genova), tra tutti i quartieri di Genova è quello che nell’ultimo secolo ha maggiormente mutato la sua fisionomia: con l’espansione urbanistica del primo Novecento il piccolo borgo di pescatori si è trasformato in un elegante quartiere semi-centrale della città.
A livello di circoscrizione, nella suddivisione amministrativa cittadina, all’originario territorio comunale furono aggregate la zona di Borgo Pila (già frazione del comune di San Francesco d’Albaro) e l’area già occupata dalle mura chiamate Fronti Basse (demolite negli anni Ottanta dell’Ottocento), che comprende la stazione Brignole, Piazza Verdi e Piazza della Vittoria.Il toponimo “Foce”, generalmente riferito alla sua posizione allo sbocco del torrente Bisagno, deriverebbe invece dal fatto che il sito, in epoche remote, era stato uno dei punti di approdo di mercanti Focesi.
Nell´intendere comune dei genovesi "la Foce" è delimitata a sud dal mare, ad ovest, verso Carignano e Portoria, dall´ampio asse viario formato da Viale Brigate Partigiane e Viale Brigata Bisagno, che corrono sopra la copertura del tratto finale del Bisagno, a nord da via Tolemaide e corso Gastaldi la separano da San Fruttuoso, ad est da via Pozzo e via Nizza ne segnano il confine con Albaro.
Il centro del quartiere moderno (Piazza Rossetti, Piazzale Kennedy e quartiere fieristico) è raggiungibile dalla stazione ferroviaria di Brignole - da cui dista circa un chilometro e mezzo lungo i viali intitolati alla Brigata Bisagno di Aldo Gastaldi e alle Brigate Partigiane.I principali assi di attraversamento sono in direzione ovest-est e procedendo da nord a sud Corso Gastaldi - via Tolemaide (che collegano San Martino con la zona di Brignole-Portoria), Corso Buenos Aires, via Barabino (che collegano Albaro con Brignole-Portoria), via Cecchi e Corso Marconi. In direzione nord-sud il quartiere è attraversato da Corso Torino e via Casaregis. Corso Torino può essere considerato la "main street" del quartiere. Dalla Foce ha inizio la strada sopraelevata che, costeggiando il porto antico e lambendo il centro storico, congiunge i quartieri di Levante della città al quartiere occidentale di Sampierdarena.La Foce ospita il quartiere fieristico (edificato sul mare alla fine degli anni cinquanta dopo che furono sbancate le scogliere della Cava e della Strega), gli uffici dello stato civile del comune di Genova, la sede dell’Agenzia del territorio (“catasto”), la Questura e numerosi eleganti condomini, in particolare nella zona di Piazza Rossetti e Corso Marconi, all´inizio dell´elegante corso Italia.