CARIGNANO con giardinetto

CARIGNANO con giardinetto

  • genova appartamenti in vendita
    genova appartamenti in vendita
  •  genova carignano case in...
    genova carignano case in...
  • genova carignano appartamenti vendita
    genova carignano appartamenti vendita
  • vendita genova carignano terrazzo
    vendita genova carignano terrazzo
  • genova carignano vendesi
    genova carignano vendesi
  • immobili genova carignano vendita
    immobili genova carignano vendita
  • casa genova carignano vendita
    casa genova carignano vendita
  • carignano genova appartamento giardino
    carignano genova appartamento giardino
  • genova carignano vendita
    genova carignano vendita
  • GENOVA CENTRO APPARTAMENTO VENDITA
    GENOVA CENTRO APPARTAMENTO VENDITA
  • carigano genova vendita
    carigano genova vendita

VIA DEI SANSONE In ottimo stabile dotato di portineria, proponiamo questo interessante immobile di 80 mq così suddiviso: ingresso, soggiorno doppio (in origine soggiorno e cameretta), cucinotto, camera matrimoniale, bagno e ripostiglio. L'appartamento è dotato di un grazioso giardinetto terrazzato di 20 mq.  La zona è comodissima a tutto, nelle adiacenze dell'ascensore di Corso Andrea Podestà, mentre la posizione è molto silenziosa.

€ 198.000

Caratteristiche immobile

80
6
G
Libero
200,00 €/mese
Rialzato
2
Da ristrutturare
Signorile
1950
6
Centralizzato
1
Cucinino
Alcune curiosità: Carignano (Caignan, Carignan o Cavignan in ligure[1]) è un quartiere residenziale del centro di Genova, amministrativamente compreso nel Municipio I Centro Est.
Situato su di una collina a una quota media di 50 m sul livello del mare, anticamente faceva parte del sestiere di Portoria, una delle sei suddivisioni amministrative che formavano la città di Genova.
Il colle di Carignano, ultima propaggine a levante della cerchia collinare che racchiude il centro storico di Genova, domina a levante la foce del Bisagno, mentre a sud, prima del riempimento a mare per l´ampliamento del porto e la realizzazione del quartiere fieristico, si affacciava sul mare con la sua costa rocciosa. Sul colle, un tempo poco popolato ed appartato, sorgevano conventi e ville patrizie. La sua urbanizzazione, che risale alla seconda metà dell´Ottocento, ha trasformato la zona in uno dei quartieri residenziali di Genova più eleganti e di maggior pregio, insieme ad Albaro e Castelletto. Sulla cima del colle domina l´imponente Basilica di S. Maria Assunta, fra i più pregevoli edifici di culto genovesi, ben visibile da molte parti della città. Il quartiere di Carignano, un tempo parte del sestiere di Portoria, è oggi una delle "unità urbanistiche" in cui è suddiviso il Municipio I Centro Est della città di Genova ed occupa un´area tra le mura del Barbarossa e la cinta muraria cinquecentesca, confinante a ponente con il Molo, a levante con la Foce, a nord con Portoria, a sud con l´area portuale.
L´ "unità urbanistica" di Carignano comprende due zone ben distinte, sia dal punto di vista morfologico che da quello storico ed urbanistico:
Il quartiere di Carignano propriamente detto, a destinazione prevalentemente residenziale, occupa il colle omonimo, parte terminale di una dorsale collinare che separa l´ultimo tratto della Val Bisagno dalla valletta del Rivo Torbido, un breve torrente, fin dal XVI secolo interamente coperto, che nasce dal colle di Multedo (nella zona di Piazza Manin, nel quartiere di Castelletto) e sfocia in mare all´interno dell´area portuale, scorrendo al di sotto delle strade di Portoria. Il torrente aveva preso questo nome perché le sue acque erano utilizzate dai tintori per le loro attività.[2][4]
L´area dell´antico "Borgo dei Lanaioli", storico rione popolare un tempo compreso tra piazza Ponticello e le Mura della Marina. Il borgo, sorto nel XII secolo, completamente scomparso con i rivolgimenti urbanistici della seconda metà del Novecento e sostituito da centri direzionali, occupava entrambi i versanti della valletta del Rivo Torbido, tra i colli di Carignano e Sarzano. La strada che lo attraversava prendeva varie denominazioni (via dei Lanaioli, via dei Servi, via Madre di Dio e via della Marina). Via Madre di Dio, proprio sotto al ponte di Carignano, era la strada più conosciuta, con la quale era spesso identificato l´intero quartiere. Il borgo comprendeva anche le antiche case della "Marina", in parte sopravvissute alle demolizioni, affacciate sull´insenatura detta "seno di Giano" (interrata alla fine dell´Ottocento per l´ampliamento del porto), in cui sfociava il torrente.[5]
I confini dell´area di Carignano sono: via della Marina e via del Colle verso il Molo, piazza Dante e via Porta degli Archi verso Portoria, corso Podestà, le Mura delle Cappuccine e via Vannucci (verso la Foce), circonvallazione a mare (corso Saffi e corso Quadrio) verso il quartiere fieristico e il porto.